TikTok è l’app più scaricata del momento ed un vero e proprio fenomeno tra i teenager, che ha preso piede rapidamente anche in Italia, stimolando l’attenzione e la curiosità di adulti, influencers e aziende. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sul trend social del momento: come funziona TikTok, come si usa al meglio, come Tiktok ha preso piede in Italia, che cosa sono le challenge e… non ti resta che leggere!

Indice

TikTok come funziona

Tiktok è l’app del momento che potremmo definire un vero e proprio fenomeno se andiamo a guardare i numeri che è riuscita a raggiungere nel breve periodo.

Tiktok ha raggiunto 800 milioni di utenti circa, di cui 500 milioni attivi ogni mese. Nel 2018 ha avuto circa 45,8 milioni di download, segnando il record di app più scaricata nel mondo. Diffusa in moltissimi paesi, TikTok in Italia conta già 2,4 milioni di utenti.

Ma andiamo fare una panoramica generale di tutto quello che c’è da sapere e di come funziona TikTok.

Conosciuta e usata inizialmente solo dai teenager, l’app per fare video con sincronizzazione labiale ha conquistato pian piano anche il pubblico adulto: tantissimi influencer e personaggi televisivi da Instagram sono migrati su TikTok facendolo diventare sempre più popolare.

Sul sito ufficiale della app, TikTok si definisce “la piattaforma n.1 al mondo per i video brevi”.

Il formato video su TikTok la fa da padrone, l’app infatti permette di caricare clip video che vanno dai 15 ai 60 secondi, dando la possibilità di modificare e aggiungere moltissimi effetti speciali.

Dopo l’acquisizione dell’app Musical.ly ad agosto 2018 ha ha aumentato i suoi utenti acquisendoli tutti sull’app TikTok.

Inoltre, rispetto alla precedente Musical.ly, la nuova app ha delle funzioni in più.

Infatti, oltre ai video di sincronizzazione labiale su TikTok si possono aggiungere effetti speciali (come il cambio abito, molto in voga tra gli influencer), creare musical, ballare, recitare, fare duetti, presentazioni e tanti tipi di video brevi. Le foto e i video fatti su TikTok possono essere salvati sul telefono e condivisi su altri social, come Instagram, sia come post che come Stories.

Come si usa TikTok

La prima cosa da fare per sapere come si usa TikTok è scaricare l’app sul telefono. TikTok è disponibile gratuitamente su App Store e Google Play Store.

Una volta installata l’app basta aprirla per vedere subito i video in riproduzione caricati dagli altri utenti, e si può scegliere tra “Seguiti” e quelli consigliati “Per te”.

Poi si passa ovviamente alla creazione del proprio account.

Per creare un account bisogna inserire l’email oppure il numero di telefono, o scegliere di fare il login tramite account Facebook, Twitter, Google o Instagram. Questa opzione è sicuramente più comoda e veloce.

A questo punto si può impostare la propria pagina profilo, che è molto simile a quella di Instagram: c’è una foto profilo tonda e il feed dei video caricati, e l’icona in alto a destra per le Impostazioni.

C’è anche un’icona per il “benessere digitale” che avvisa gli utenti che hanno utilizzato l’app per più di 2 ore.

Si può passare quindi, dopo questi passaggi, alla creazione dei video.

Fare un video su TikTok è semplicissimo: basta premere il pulsante centrale con il simbolo del [+], premere su Consenti l’accesso alla fotocamera e al microfono e confermare con Ok.

Oltre a creare un video ex novo direttamente dalla camera di TikTok, puoi caricare un video o una foto già esistente sul tuo telefono e poi modificare a piacere.

Al video chiaramente è possibile aggiungere un sottofondo musicale.

Hai a disposizione playlist divise per categoria (es: Sanremo 2019, Global Hits, Popolari, Viral…) ma puoi scegliere direttamente il brano da aggiungere digitando titolo o artista sulla barra Cerca.

Una volta inserita la musica di sottofondo, dalla schermata della fotocamera si potrà tagliare il suono in qualsiasi punto del video.

La velocità di riproduzione può essere cambiata: la musica, e quindi il lip sync, andrà più o meno veloce in base al tasto selezionato.

Si possono aggiungere effetti e filtri.

A questo punto il gioco è fatto, si passa alla pubblicazione del proprio video.

Ecco come si usa TikTok. Semplice no?

TikTok challenge

Le challenge sono delle sfide, lanciate da Tik Tok stesso settimanalmente o da aziende, con cui gli utenti gareggiano a colpi di coreografie, karaoke e balli. Una delle più note è stata quella in cui bisognava mostrare quante scarpe si riusciva a indossare nel giro di 15 secondi. Si tratta di un modo con cui il social o i brand cercano di mantenere attiva la propria community, stimolandone la creatività.

In questo primo anno in Italia le challenge lanciate sono state 280, alcune di queste sono state lanciate da Nike, altre da programmi televisivi come XFactor o Italia’s Got Talent.

TikTok Italia vs Instagram

Attualmente è in corso una vera e propria diatriba, una sorta di sfida che vede gareggiare i due social network più utilizzati del momento: TikTok e Instagram.

I due social, che basano il loro successo sulle immagini, si sfidano per contendersi “il tempo” degli utenti.  Al momento TikTok si posiziona su un target di giovanissimi che sta attirando l’attenzione dei brand e del sistema pubblicitario, interessato a come guadagnare con TikTok. I brand sono incuriositi e affascinati da questo social che tiene incollati gli utenti per una media di 52 minuti al giorno.

I meno giovani hanno ancora difficoltà ad entrare in contatto con questo nuovo social e a comprenderne il linguaggio. Instagram mantiene la posizione con una fascia di utenti meno giovani, rassicurati dal formato e da un linguaggio più pacato.

Il celebre social fotografico, sta testando il formato video proprio di TikTok e di Youtube, attraverso le Storie, IGTV e Reels. Reels è una nuova opzione di Instagram che permette di creare video di 15 secondi, modificandone la velocità e aggiungendo una musica di sottofondo. Queste funzionalità non sono nuove: Instagram, come ha già fatto in passato con Snapchat, ha fatto proprie alcune delle funzioni più utilizzate su TikTok.

Chi vincerà?

Le previsioni non sono il nostro forte, ma potremmo dire che le mode esplose all’improvviso non hanno sempre una lunga durata, soprattutto poi se si parla di tecnologia!

Rimani aggiornato sull’argomento iscrivendoti alla newsletter.

Ricevi notifiche!    Fantastico! No